Da sacchi colossali
son corde sciolte di ghiaccio verde,
inargentano il colle che risaliamo
nella speranza di una sosta felice.

Le nubi hanno spazzato dell'inverno le favole
e sulla piazzetta non dorme più la mia dolce amante,
deserto il porticato
ha una fresca luce di limoni.

 

Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1048 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Francesco Losito
+1 # Francesco Losito 21-03-2012 12:48
SUPERMUSTERPIEC E!
Rebecca
+2 # Rebecca 21-03-2012 23:47
Quasi un rimpianto per l'inverno e le sue magiche immagini, che lascia il posto alla bella leggiadra primavera, anticamera della torrida estate che divora e brucia colori smaglianti e freschi. Quando il concetto di bello è soggettivo.
MARIA TERESA MANTA
+1 # MARIA TERESA MANTA 24-03-2012 02:11
Una poesia dolce e fresca,coperta da un sottile velo di malinconia,molt o dolce,complimen ti.
Arwen@
+1 # Arwen@ 03-04-2012 21:29
Complimenti! In pochi versi tutta l'essenza di un'anima pronta a rinascere, al cambio di stagione, nel ricordo del passato inverno e nel sogno della futura estate.
Alberto Automa*
# Alberto Automa* 25-03-2013 17:04
...ripropongo con aggiunta di video musicale (dalle 4 stagioni del compositore viennese Lanner) questa poesia del 2012...buona lettura & come sempre buon ascolto :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.