Annie non era un gioco
era l'ombra che annullava
la luce del mio giorno
labbra rosse Vermeer
alla fermata di un tram
Annie
la mia barba da radere
un dentifricio alla menta
e quattro spruzzi di Eau Sauvage
Annie era un orgasmo di troppo
un caffè che non mi lasciava dormire
Annie
un patetico sogno finito male.
 

Profilo Autore: alec18marzo*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 03-08-2017

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.