Belle favelle, gocciole di speme,
sull'aspre crespe foste incise;
Fluite, favelle, fluite, postreme
Soldatesse private di divise. 

Fulgidi atti, indelebili tenebre,
Sul vero voltate i vostri volti:
Traspare l'odio tra le latebre
Umane, nei cuori di vivi, sepolti.

Non favelle, né ristoro su le terre
Bramo, ma atti, da noi, umana 
Gente: pace mescendo tra guerre,

Giustizia sospirando, sovrana 
Volontà va' tra animi per sverre
Mente ch'a me ancor par profana!

Profilo Autore: vladut barbieru  

Questo autore ha pubblicato 15 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.