Per fuggire il tempo non ha rivali.
Nel buio di questa stanza vivo
nell'assillo che possa ritornare,
complice il godimento dell'attesa,
al luogo che elessi a dimora speciale.
I volti sono ora muti ora festosi
un brusio compiaciuto d'accoglienza
nella speranza che riveda la luce del sole.
I sentieri mi portano ai freschi anfratti
ove gli anni restano appesi ai rami.
L'acqua è pesante,crea sonnolenza,
tace il meriggio sotto le uggiose fronde.

Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 30 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.