Chiudi gli occhi.

Qualche pedalata

sulla tua saltafoss

ancora con le rotelle.

A destra dopo il bacio

di mamma, e ancora

avanti col ginocchio

sbucciato e le caramelle

nella tasca bucata dei

calzoni alla zuava ancora

buoni dei tuoi fratelli.

Ancora dopo la solita latteria,

asciugata l’unica lacrima

sul volto sporco per la mota,

m’avrai trovato ancora un’altra

volta: “Opificio della Poeteria”.

Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 469 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.