Non c’è giorno ch’io non metta
il mio piede dentro a un fallo,
che non inciampi a un osso duro,
che  non cozzi contro a un muro. 

La vita è una montagna irta e dura
da salire e poi riscendere,
che  incomincia ai suoi piedi,
in  salita e cotanto affanno. 

Sembra questo sia il difficile
ma l’apparenza a volte inganna,
in gioventù c’è forza e spirito,
di  salir, volontà non manca. 

Si,  di tempo ce ne vuole
e  di coraggio anche tanto,
ma il guaio assai più grande,
è  riscendere  il lato in ombra. 

Non si  può ascoltare  e credere
a  chi di la è già passato,
perché  di la non si torna indietro,
perché  la vita è ormai  finita. 

Io  la vetta l’ho ormai  passata
ed ogni  passo  è una caduta,
la discesa, vi assicuro,
è assai più dura della salita. 

Non cerco onore, medaglie e glorie
e  tantomeno salire un podio,
voglio solo aiutare,
chi  in discesa dovrà  arrivare.

Profilo Autore: Giò For  

Questo autore ha pubblicato 54 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.