Mentre la pioggia piange sul mio viso
nascondo lacrime dietro uno scarno sorriso.

Brividi di solitudine scivolano sulle guance
 il nulla stringe forte le mie mani

Di quante parole avrei voluto sentire..
Il SILENZIO
e senza più lacrime piango pioggia.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 95 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
download.jpg

Ho guardato i tuoi occhi
e ci ho visto dentro il mio cuore
le regalo un fiore
che ho raccolto poco fa.
Oggi è un bel giorno
qui c'è il sole che si specchia nel lago
ed io dico buongiorno signora luce come stai?
Ho rubato i tuoi occhi
e ci ho scritto parole d'amore
scusa tanto, ma sentivo di farlo
per poi farcene un libro
con il titolo che portava il tuo nome.
Sei una donna bellissima
e chissà quante volte te lo hanno detto
fai girare la testa
solamente a sentirti parlare
profumi di un fiore assai particolare.
Oggi è un bel giorno
peccato che poi va a finire
e ti voglio sognare così come sei,
una donna bellissima
con gli occhi di Venere
e il mio cuore farai bruciare come cenere...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: conca raffaello   Sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2019

Questo autore ha pubblicato 622 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Storie lontane,
ma tanto vicine al cuore.
Una lettera da leggere,
come una volta,
a testimoniare il sentimento,
il voler vedersi,
aspettando giorno dopo giorno,
le settimane
che li separa.
Tra sorrisi e magia,
il rumore del treno,
si ferma alla stazione.
Per mano una coppia
si bacia
con passione.
Gli occhi brillano,
il tempo si ferma.
Ora accarezzo la tua pelle
con il mio amore.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Passione infinita  

Questo autore ha pubblicato 152 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Dalla sorgente

come un fiume

scorre perenne la vita.



Noi

a tuffarci in lui

in suoi punti imprecisi

prima ... o dopo

- ma non oltre la foce

già grande mare -



né nord, né sud

ovest, est

... nei loro colori

ad ergerci o sotterrarci.



Noi, non unica

ma, vera e variopinta guida

del nostro breve tragitto.



Perplesso sulle zavorre

io eviterei

di non imparare a nuotare.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: ING BOWLING  

Questo autore ha pubblicato 306 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un letto, penombra di noi...
filtra bagliori di sguardi
accesi e ribelli tra me e te.
Ti afferro con le unghia
che sottili nelle tua pelle
fanno ansimare anche lei
che lassù vuole spiarci.
Non proverà mai il lusso
di questi brividi ardenti.
Bocche, lingue, mani!
Queste mani invadenti
sui seni avviliti da spasmi...
Tutto è qui, tutto sei tu!
Voglio sempre di più.
Vieni qui, fatti assaporare!
Ti dai, ti prendo, mi giri
mi sconvolgi... ma insieme
crolliamo nell'estasi
di ogni nostro movimento.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 92 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
E così, mio Amore gentile e disperato, dedico a Te
ogni rosa che abbracciai di vita e senza coglierla
solo odorandola, resi ancor più splendente di colori.
Perché nulla potesse esser simile a uno strappo tremante e interrotto,
ma tutto invece si rimpolpasse di correnti vitali, pregne di linfa.
Che il fiore stia là, sempre nella terra senza sanguinare.
Simbolo splendente di delicato
terribile sentore naturale e
non avvizzito addobbo morto, in una fiasca
a forma di (stupido) vaso.

Ecco il mio dono.
Non colsi... mai.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Riccio maschile Carmine  

Questo autore ha pubblicato 10 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Declina il giorno sopra
il lago colmo di luna

e mi assopisco
al suono sincopato
di un tamburo

penetrando la notte
con la forza dei miei sogni

e vedo scorrere uno scuro fiume
tra gli stanchi salici piangenti

finché l'alba ad est
svela il suo corso lento
e un sole forte sale
ad accecare il mondo...

... presto, datemi una nuvola
a spezzar le ore più soleggiate

...che una strana malinconia
piano
già
mi assale...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 99 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Suonano a distanza
campane di paese, 
non sai per chi, per cosa:
i loro rintocchi
scuotono anime 
stanche. 
Vorremmo solo pensieri 
lievi, appoggiare 
il viso su nuvole, 
perderci nell 'infinito.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Nei prati di chiesa
Alberi nasceranno in inverno
Più belli di quelli primaverili
Di frutti proibiti
Dai fiori della nostra neve.

Margherite sbocceranno
A gennaio, neve da puntini gialli
Sembreranno sul bianco tappeto
Onde l'erba si rannicchia fredda
Come in letargo.

Nei prati di chiesa
Fiocchi nasceranno d'estate
Più candidi di quelli invernali
Ma di calda tenerezza
Dalle sagome più varie.

Volpini usciranno
Ad aprile dalla loro tana
Stirati e mimetizzati tra arbusti
Sempreverdi ed autunnali così alti
Da toccare le nuvole basse.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carboluka  

Questo autore ha pubblicato 7 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Parole vuote nell'oblio che nessuno capirà.
Società che disprezza sé stessa.
Io che sono incluso controvoglia in un circolo vizioso di stupidità, violenza e idiozia e sembrando tutto ciò che disprezzo.
La poesia mi salva e mi distrugge.
Le critiche mi salvano e basta.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Adisuic  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

contatto di vertebre
nel richiamo impressionista
di una voce che scava minimi echi
solo tu
rappreso tra le ciglia
emani pioggia
dagli occhi ragnatele
spumano rancori
talmente sofisticati
da impigliare i battiti

questo tremore
coglie un impulsivo sciogliersi
di porte, feritoie e clausure
che al limite di te
mimano un vago sconforto

nelle foglie l'antico simulacro
dell’ombra
che frattaglia onde.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Kate  

Questo autore ha pubblicato 17 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Inafferrabile la mia felicità, 
si perde in un mare di emozioni
tra milioni di persone.
Sento la vita stretta
e il cuor di leone ferito.
Disprezzate ciò che non volete
ma ciò che non volete son io.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Adisuic  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Vedo un vuoto pieno di ricordi nei suoi occhi,
uno scrigno colmo di parole
difficili da capire.
La sua bocca ha una forma confusa
inspiegabile d'aspetto quasi
ingoiata dalle labbra.

Chiedo: come stai oggi?
Lei mi risponde con una lacrima
appiccicata ad un sorriso svanito...
Le accarezzo la mano antica e calda
e penso a quante volte la sua pelle
ha sfiorato la mia, sorride calma
gli occhi hanno orbite astratte
sono buchi che vagano nei ricordi
difficili da trattenere.

La guardo mentre l'accompagno nel suo letto,
ultimo rifugio sicuro, protetto, conosciuto.
La stanza ha ancora il cielo stellato di tante notti
di tanta vita passata, sembra ieri invece è già domani.

Mi guarda incuriosita mentre la vesto per la notte,
mi tocca mi annusa mi chiede...
"tu chi sei?" con il sorriso triste ma quieto...
"sono io mamma, tuo figlio... ricordi chi sono?"
Un attimo e il suo viso si ferma come un treno
al capolinea poi come un filosofo antico mi risponde...
"tu sei quello che sei sempre stato" sorridendo
annuisco mentre le bacio la fronte prima che il sonno
le rapisca il cuore.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Riccio maschile Carmine  

Questo autore ha pubblicato 10 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Adagio adagio
il bianco stringe
lo svelato alberello

Tra ombre impallidite
ne ascolta il lamento
ne separa i silenzi
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carmine Ianniello  

Questo autore ha pubblicato 36 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Percepivo qualcosa di instabile
mi voltai, ti vidi, t'ascoltai...

Il cuore sobbalzò nel petto
la voce tremò,
le mani si sporcarono
di quel velenoso amore.


Dove si fermava il tuo fiato
iniziavano i miei brividi.
Vortici di passione

ci avvolgevano intensamente
dove le emozioni e gli spasmi
nascevano e morivano.

Divorammo tutto di noi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 92 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.