Pianura distesa

ti sono

perché mi scivoli

senza fine a posarti

dov’io l’estremo,

quel canto senza parole.

Un calice d’asola

a fasciarti dall’orlo,

e giù una pervinca 

d’impronte d’acqua

persa, riversa.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 601 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Al tempo che rimane
affido il senso d’una vita vaga,
il sogno mio da scartocciare
tra stille pregne di sudore.

Toccare un cielo sereno,
comprimerlo tra queste mie mani
e sentire l’odore che fa.
Soltanto ciò, non oso di più…
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 124 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Come siete complicati
più vi guardo
e più respiro male
un'aria pesante
sento, taglia la gola
e solo una nota
mi fa rilassare
Cammino
in questo viaggio
poco lucente
con le ore
che strimpellano
dinanzi a me
quanto ancora
ci vorrà
perché tutto finirà
nel tempo che verrà
Tanto è lontano
quel che vorrei
Giorni che non si vivono
giorni che non sembrano
fra le palpebre socchiuse
di mete lontane
nell'acqua calda
e un pochino gelata
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: poesie profonde*   Sostenitore del Club Poetico dal 25-07-2013

Questo autore ha pubblicato 502 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Il mio cammino
mi tiene desto
camuffa per me

le rive
i bordi
si volta al respiro altrui
incendia la strada
scaldando la pioggia
Al muro m'induce
allo sguardo attento
a quel che passa
a quel che cambia
Il mio cammino
aspetta il mio mezzo
rimasto lento
dal bastone bianco
quasi cieco
sa che la meta
rimarrà improbabile
di fumo imprevista
di passi instabile
Lui aspetta
paziente
sussurra direzioni
nei suo balzelli
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 263 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Caro amico remoto,
rimasto in un tempo passato,
sai, a volte ti ricordo,
simile all'ombra che passa
e potresti assomigliare
a un fruscio  di vento
o a una parola mormorata.
So che sarai cambiato,
e lo sono anche io,
o forse non così tanto...
E rivedo il tuo volto
solo appena sfiorito,
la stessa sorte del mio
nello specchio sincero.
Non so perché, ti sorrido
e mi sorrido, con dolce clemenza
ai nostri errori.
Le parole vibrate come archi
e ogni accusa una freccia.
La ferita è così vecchia
da aver acquisito una strana saggezza.
Ora posso perdonarti.
E così perdono anche me
per non avere saputo mai perdonare.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 254 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Prima che la prossima ora rintocchi

intendo farmi trovare pronto per partire:

recluterò quante più matite, ciascheduna

ben temperata, così da non avere intoppi.

Come ogni viandante della mia specie,

indossate le ciantelle e calzata

la veste da camera, saprò cercarti

fra  i miei righi seguendo le bricie.

Giorni addietro mi fece visita Rovaio,

che dopo essersi preso premura

di scarmigliarmi la foggia di barba con

le vesti trite per aver i servigi dell’agoraio,

mi instillò l’idea peregrina ma spontanea

di andar ramingo, sospeso ad uno dei mie

aquiloni, tra quei pochi anelati fotogrammi.

Pellegrinaggio il mio nella tua istantanea.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 269 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Facile il dominio
dal veleno
 incolore
fin dove il cerchio
di un sigillo  riaffiora  
nello
 stagno che avanza 
e di una sfinge che affonda 
E di "decime e inviti "...
si declama l'embrione 
nelle facce distinte
in ogni imbrunire 
E si appresta un inchino 
a mostrarsi fedele 
tra gli applausi eleganti
per ciò che muore e non vive ! 


















1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Simone  

Questo autore ha pubblicato 134 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Quanto preme bellezza
e quanto incombe
Come fugge veloce
sul fiume rapido dei giorni tuoi.

Quante gioie ti conduce
e quante pene
Poiché bellezza è dono
che paghi a caro prezzo.

Perché, bellezza è dea feroce,
fatta d’essenze fugaci,
d’immagini riflesse
da specchi crudeli

Poiché, bellezza è la tua dolce condanna,
dalla culla, agli ultimi lampi
dei tuoi occhi di cielo.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Vittorio  

Questo autore ha pubblicato 76 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Questa poesia non esiste,
esiste forse il mio amore?

Viottolo
mezza pozzanghera
foschia
e cancello.
 
Le due lampade di sacco
chiedono un po' di pace,
un gesto
che le spenga insieme.


(2013)


IMG 20180821 144401 2


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1142 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Eh sì,
con quelle
due note diverse
contemporaneamente,
il mio non è un richiamo,
è un canto.
E allora
anche
se
tu
sei
cifra
intera
ed io una
piccolissima
frazione di te,
e anche se tu
sei manifesta
ed io appena
un fondo
di caffè
da decifrare,
devi ascoltare
lo stesso.
Che
questo mio
pliò-ble-zipè-ziò
oggi riecheggerà
fra le fronde
più alte
solo
per
te.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Charlie  

Questo autore ha pubblicato 609 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Nubi nel cielo
immobili i pensieri
non spira il vento
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 68 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'immagine può contenere: nuvola, cielo, testo e spazio all'aperto
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 682 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un pensiero
fresco e liscio come la seta
mi fruscia in mente,
è un nome antico
ricordato sulla soglia di un oblio.
La sostanza leggera del vento
lo  accompagna da me.
Ed ha i tuoi occhi.
E le tue mani.
Le memorie a volte sono danze,
altre volte sono luci.
Ogni tanto sono voci.
Sempre fantasmi.
E spettri sono gli amori perduti
e i giorni sfuggiti,
non resta che invocarli sottovoce
rimembrando i loro occhi,
le loro mani,
e di ognuno, il nome antico.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 254 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Lievi e colorati, i petali,
li stacco ad uno ad uno
nell'ora d’incredibile rugiada.

Il viale alle mie spalle
sembra lungo un treno
e, ancora, tu non arrivi.

Tra fili d’erba imbalsamata
il bruco gioca a nascondino
e, intanto, prende posto.

Quand'è che ti vedrò
spuntare fresca dal roseto,
con i capelli al cielo?
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 124 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Si narra che fluisse come acqua,

di cuore puro e neutra anima.

Fino a che per mano delle naiadi

Acredine e Basica cadde vittima

della stizza della dea Marica,

gelosa dell’amore di Aquilone per lei.

Invocò su loro un orripilante anatema:

confinò Ninfa nella torre degli Alisei,

e legò Aquilone a un filo di voce.

Se Ninfa fosse riuscita mai a fuggire

con qualche astutezza,

entrando in contatto con l’aria

e confondendosi con essa

avrebbe perso di purezza.

Si dice che sulle sponde del Treja

nelle giornate di solleone, quando

il cielo sereno fin giù nel sottobosco

rende azzurra ogni pervinca colando

su tappeti di anemoni,

tra i non ti scordar di me

che bordano le andane strette

girandoli una fanciulla; si dice anche

si odano i di lei bisbigli salire ai filari

tra le felci dall’aprile del 1967.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 269 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.