Quel giorno si aprì un varco.

Scendemmo giù, strettamente abbracciati.

Mi dicesti di non aver paura, nulla poteva accadere

Ma accadde,  ci separarono, ci divisero.

Un’eternità senza di te.

Secoli nella tua ricerca.

Tempo infinito senza tempo.

Nel tempo che trascorreva, lentamente, troppo.

Mi persi. 

Mi hai trovata sola e tremante, consumata e abrutita.

Le mie ali,  spezzate irrimediabilmente.

Sollevandomi il viso mi hai detto 

“Dove sei stata tutto questo tempo, angelo mio, dolcissimo amore?”

Non piangere, siamo qui adesso, siamo insieme.

Niente e nessuno,  nessuno e niente ci dividerà più.

Prendi, ho chiesto ali nuove per te e il mio amore te le ricucirà addosso.

Il mio amore lenirà il tuo dolore.

Piangi se vuoi, ma di gioia, per l’amore ritrovato ma mai perduto

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Maria Cristina Manfrè  

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La bellezza della vita
è scoprirne i segreti
a poco a poco.
Sono piccoli o grandi
piacevoli e non piacevoli
ma tutti da viverne.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: ReginaD'Autunno  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
A Est dispiego le ali
e sfido la furia dei venti
decisi a fermare il mio volo.
Ricerco la culla del sole
laddove portare speranze
da affidare con estrema cura
ai primi caldi di un mattino
compagno delle ore a venire
che per mano mi prenda
fino al primo saluto della sera.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 163 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

"Scrivevo dei silenzi, delle notti, annotavo l'inesprimibile, fissavo delle vertigini." (Cit,) A. Rimbaud

L'occhio veggente
mantiene la presenza
viva del sole
nel cuore della notte.
Vede oltre le nubi dense
a trama fitta, dell'essere.
Vede anche con palpebre
spesse e abbassate.
E soprattutto sente
per sinestesia.
Il caos dei sensi
infervora non solo il corpo
ma anche e più lo spirito.
Il tuffo folle nella visione
è sempre necessario
altrimenti la messa a fuoco
è impossibile.
Prima del colore,
di ogni colore,
Il buio, perfetto maestro di luce.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 265 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Radici contorte
tra pudiche labbra
nel sogno riflesso
di rocce roventi

ammaliano anime
intrise di noia
tra gracili steli
di rose purpuree

cresciute a fatica
nelle crepe spaccate
di antichi manieri
andati in rovina

dimora sicura
di ragni e di serpi
di gracili uova
appese agli sterpi

e indicibili voci si
spengon nell'erba
stillicidio infinito
di ardori passati

mentre incerte meteore
in un mare del nulla
smentiscono l'oroscopo
di un ascetico dire

tra i ricordi offuscati
di memorie stantie
aggrappate alle pagine
di libri mai letti

che si perdono lente
all'assiduo scrosciare
... di una pioggia noiosa

...sopra anime spente
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 6 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Colorami come vuoi

Nell’angolo del mondo solo per noi,

ti libero dall’ impaccio

mi concedo al tuo abbraccio,

sorprendimi più che puoi

sarò come tu mi vuoi,

legami all’impossibile

forse sarà vivibile,

baciami senza un perché

spegni tutto e resta con me,

accendi un brivido sotto le stelle

lasciami il tuo odore sulla pelle,

brindiamo all’unica ragione

che fa vivere un emozione,

portami dove il male non c’è

e lì sarò libero di stare con te.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: GENNY CAIAZZO  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Dopo avermi distrutto 

i miei tre cuori

un mare blu uscí,

“solo uno stupido morí”

pensassi tu nel lutto

“sto bene, bene ora muori”.

Dopo che le mie

braccia ti tesero in alto

e insieme ti diedero il salto,

ora tu cadi in mille bugie,

come in briciole il pane

son le mie lunghe in frane.

solo nel mare,

non riesco a parlare,

continuo a soffrire,

ma senza sentire.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: alaska  

Questo autore ha pubblicato 2 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Piccola sola

Dolce bimba

La vita ti ha squarciato l’anima

Ti senti sola e disperata

Con l’unica tua scarpetta rossa

Attaccata al tuo piede

L’altra non si sa dov’è sparita

Forse la bomba che è esplosa l’ha fatta volare via

Fumo nero sale agli occhi

Lucida la strada

Idranti e pioggie di schegge

Tu lacera e sporca

Il tuo visetto color caffelatte

Due occhioni blu e profondi

Piangi ora

Le tue ferite sembrano superficiali

Nella carne

Ma l’anima è straziata da tanto dolore

Vite disperse

Quella notte infame

Sola e perduta

Ora che farai

Timidamente qualcuno si accosta a te

Ti solleva

Vedi...

Ali grandi 

Occhi lucenti

Il tuo angelo è venuto in tuo soccorso

Ti sta portando in salvo

Ora non piangi più

Dolce anima

Perchè sei fra le sue braccia

E senti tutto l’amore del mondo

Che ti ha 

Uccisa 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Maria Cristina Manfrè  

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Raccoglierò le onde dell'oceano
ricamato di strappi d'orgoglio.

Sconosciuta forma di vita,
attraversa il corpo nefasto
nel delirio della leggerezza
di parole sommerse
dalla forza dell'alba buia,
Illuminata da occhi
pieni di forza e di vita.

Si perde il frastuono
nel risveglio di un arco
che di sconosciute luci
accenna il suo canto...

Di forza e di strade
diviene uno sguardo
la vita nel crepitio del verso...

Ombra che trascina via
il disperso clamore
del sole di Maggio.
L'immagine può contenere: nuvola, cielo, albero, spazio all'aperto e natura
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 701 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Cristalli di luce,
si dissolvono nell'aria,
tagliano come lame,
ogni parte di te, ne rimani ferita,
soccombe l'anima avulsa dal corpo
e nottetempo giaceva in un letto vuoto,
senza sentori e parole.
Le colorate lenzuola ricordano
il calore della tenerezza,
ormai dimenticata e lontana,
non vi è canto d'amore né carezze,
ma solo soliloquio di silenzio,
perpetuo che giace.
Perduto è il tempo...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Marinella Brandinali  

Questo autore ha pubblicato 408 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Male non fare paura non avere

Spesso nella vita è meglio tacere,

tra tanta ipocrisia e diffidenza

nulla potrà togliere il nero di qualche coscienza,

invano il tentativo di infangarti

da chi finge di esserci e di apprezzarti,

cade sempre dal viso la maschera della finzione

come seminano raccoglieranno certe persone,

io imparo dagli errori miei

migliora la tua vita ma resta come sei!

Si prosegue modificando

sicuramente non cambiando,

sotto questo cielo Dio vuole vedere

che tu male non fare paura non avere.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: GENNY CAIAZZO  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
In questo mondo criminale
dio è un sasso,
che lanciato fa male,
ma da solo non fa un passo.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: alaska  

Questo autore ha pubblicato 2 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Se sono i piedi e non le punte

non i bambini non le funivie

non i calesse non le vocine

non i lampioni non gli oleandri

a reggere l'emozionante cielo della sera.

Sono stati avvertiti tutti

meno i miei piedi

che così sono rimasti

torba

nel campo

alla periferia del lago.




Muri 2


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1168 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Penso costantemente al domani:

chi sarò,

quando morirò.

Sento che l'aria che mi circonda è avvilita,

forse dall'olezzo di quella scura veste,

vecchia come il mondo,

che spesso mi ronza attorno.

Ma poi salgo in macchina e parto.

Accendo lo stereo, metto la mia musica

e canto,

si, canto, eppure resto in silenzio.

Guardo la strada,

un verde prato mi si para davanti.

Io sono in piedi, su un porticato in legno,

immobile, a rimirare una figura femminile che si erge candida al centro.

Non riesco a vederla bene in viso,

ma posso distinguerne perfettamente

la lattea pelle,

il rassicurante sorriso,

i ricci capelli, 

rossi come foglie caduche d'autunno

e imperativi come lingue di fuoco tra l'erba secca.

E' Lei.

Eolo la accarezza piano,

si diverte a giocare con il suo vestito color panna,

le scopre le ginocchia,

mi scopro a odiarlo.

Urlo,

urlo con tutto quello che ho dentro:

"ritorna ai tuoi flutti, alle tue vele, alle dolci acque della naiade!",

invano.

Mi rendo conto di non desiderare nient'altro che l'amore di quella donna,

nient'altro che il suo corpo:

lei è al centro del mio essere.

Ad un tratto mi guarda,

ed è come se un oceano di passione e di appagamento

mi penetrasse nel petto con forza,

come se mille spade, intrise del profumo dei suoi baci,

stracciassero la mia anima di carta e la ricucissero in un unico momento.

Poi mi sorride…le sorrido,

il mio corpo si fa pesante,

freddo

e

al domani più non penso.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Brahim  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sopra le spighe
di orzo e grano
spunta rosso,
così morbido a vedere
che ti vien voglia 
di assaggiarlo.
In una terra
dove le regole
sono favori
a chi non le rispetta,
si mostra
in tutta la sua eccezione:
forte di dolcezza.
E ti ammalia
e ti stordisce
di colore,
con un profumo
difficile da riconoscere
nella sua potenza fragile,
profumo di casa e madre:
profumo di pazienza e vita.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Davide Bergamin  

Questo autore ha pubblicato 78 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.