Io sono nessuno 
Figlio di qualcuno 
Che disse al mio tempo 
Adesso no
Io sono qualcuno 
Figlio di nessuno 
Che disse al mio sogno 
Questo no
Quando scorre il giorno 
Sempre mentre l'attesa dilaga
Conto le bolle di quest'anfora 
E prego per la mia anima
Quando frana il mondo 
E le stelle danzano 
In questa stanza 
Vana la speranza volteggia 
Sospesa sulla mia brama 
Che teme la carne muta.    

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: man son  

Questo autore ha pubblicato 32 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

lella domenico
+1 # lella domenico 21-07-2013 08:32
La trovo decisamente criptica per i miei gusti. Apprezzo grandemente gli ultimi tre versi per l'incompiutezza cosmica che trasmettono al lettore.
man son
# man son 21-07-2013 13:59
mi è stata ispirata da un feto conservato in vetro. e spero di migliorarla molto di più per darle il ritmo di cui ha bisogno. grazie lella.
Brigida Liparoti
+1 # Brigida Liparoti 21-07-2013 15:41
E' spiazzante il suo senso, tra le righe già lo si legge bene... Se senti che è da modificare asseconda questo tuo intento, può esplodere in magnificenza. Il tema è duro, degno di svilupparsi nella sua completezza, anche se difficilmente si potrà riuscire... se posso solo azzardare un consiglio, non aver fretta nel modificarla, merita studio, più la sentirai dentro e più la potrai rendere conforme alla tensione che vuoi trasmettere tramite essa. Intanto, complimenti per il testo, uno studio di difficoltà non indifferente.
Grazie
man son
# man son 21-07-2013 16:24
Grazie a te Brigida! Delle bellissime parole e della voglia che mi hai trasmesso di lavorarci su con più attenzione a questa bozza che di certo merita di più. Sempre troppo gentile e impeccabile nei commenti! Grazie di cuore dei tuoi consigli.
pierrot
+1 # pierrot 21-07-2013 17:50
Sono d'accordo con gli altri commenti, complimenti per la difficoltà dell'argomento, è gia grande nel significato non servono grandi parole, secondo me. Le prime due strofe sono sempre tue, specchiate, opposte. Hai usato questo altre volte. Prova a considerare di staccare le strofe. E scusa per queste parole, è solo confronto, parlare insieme. Grazie
man son
# man son 21-07-2013 18:46
Ma scherzi? Non devi certo chiedermi scusa. Anzi sono qui x questo x ricevere consigli e confrontare le parole. Perché credo che fare una poesia sia come completare te puzzle con pezzi rotondi e sta a noi scegliere i giusti colori x dare un senso al quadro finale. Quindi grazie a voi e grazie a questa pagina. Un abbraccio. Gezim.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.