Giardino d'ombra
tra le fronde notturne,
le panchine di marmo
e l'atmosfera di un giorno...

Stavo all'altalena,
con le braccia all'ascolto
e una sillaba tra tante
mi colpiva negli occhi...

Si piegava
alla vita diurna,
abbattuta
tra le parole di un uomo,
sterminata
tra le valli erbose...

E quella bolla
intrappola
quell'uomo
nel sapone
di una vita amara,
che ammazza lo zucchero
e la dolcezza delle colazioni...

Ma io restai lì,
tra le ombre maledette,
a offrire le proteine
per un nuovo risveglio
non a digiuno...

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Diego Crozzolin  

Questo autore ha pubblicato 68 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Debora Casafina
+1 # Debora Casafina 07-06-2012 23:49
particolare e ricca di gusto per la vita e la sua intrispezione nei confronti di valori ed esperienze,molt o originale e piacevole
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 08-06-2012 01:19
Grazie mille Debora...certo io amo la vita e mi diverto ad analizzarla meticolosamente in tutti i suoi aspetti che finora ho potuto conoscere :) In realtà, questa è una mia interpretazione in forma poetica di una situazione che mi è capitata ieri sera e che mi ha colpito molto. E' successo che un mio amico si è messo a parlarmi dei suoi problemi e a esternare davanti a me il disagio che la vita quotidiana gli crea. Lo ha fatto in modo molto confidenziale e mi ha fatto comprendere attraverso le sue parole tutta la stima che lui prova per me.
Kenji
# Kenji 08-06-2012 13:19
l'inizio descrive, dalla seconda strofa inizia a colirti gli occhi un qualcosa di metafisico-logi co surreale, la sillaba, schiocco di ciglia , lacirmainvolont aria sorta dal suo impatto , dalle aprole diq uesto tuo amico che con la quarta strofa toccano l'apice della bellezza poetica di questo pezzo. Non a digiuno dis telle siuramente
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 09-06-2012 17:27
Kenji grazie mille per il complimento :) comunque volevo fare una precisazione: la sillaba mi ha colpito gli occhi non perché mi ha fatto piangere. Dal momento in cui io ho sentito quelle parole, il mio sguardo è cambiato ed ha iniziato ad esternare tutto il mio enorme dispiacere per la situazione.
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 09-06-2012 17:28
Allo stesso tempo, i miei occhi cercavano di confortare.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.