...tu eri negli spalti della vita
mentre il destino giocava la mia partita
ed eri sempre pronta a tirarmi un pò su
e io non pensavo che un giorno proprio tu

avresti avuto parole grandi da farmi sperare
e ritmi su cui far ballare le mie perplessità
avessi sogni nascosti da voler sognare
in modo da regalarsi un pò di felicità

... avessi mani grandi e calde più di un fuoco
e giorni belli solo perchè passati insieme al telefono
e tirare la vita a sorte, come fosse un gioco
e poi scappare dopo aver pigiato i tasti di un citofono

tu eri tra gli spalti della vita
mentre l'amore si prendeva gioco di me
ed eri quella che io poi ho riconosciuta
come la più grande sfida che nel vivere c’è...

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 187 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.