Si fosse nu sicondo fernesse 'int'a nu mumento,
tenesse justo 'o tiempo 'e me guardà nfaccia!
Si fosse n'ora tenesse 'e tiempo n'ora sultanto,
ma 'e n'ora sulamente...che nne faccio?

Si fosse nu mese, ncopp'ô foglio 'e calennario,
mme cuntasse ogni mminuto e quarto d'ora.
E si nun abbastasse e si a quaccosa servesse,
sparagnasse vulentiere 'e mme fa' 'a cuntrora.

Si fosse tiempo cercasse d'accurcià 'a nuttata:
ogni minuto fosse tutto tiempo guaragnato!
Nvece 'o tiempo 'e sulo na sbattuta 'e mane:
'int'a n'avutata d'uocchie è ggià ddimane.

E si mettesse 'o tiempo 'int'a nu carusiello,
o ll'annascunnesse sotto 'a na mattunella,
riuscesse a fermà 'o juorno fatto 'e ore fernute,
ogni scesa putesse addeventà sagliuta?

Si nfezzanneme dint'a vicule, strade, traverse,
fra na preta e n'ata truvasse 'o tiempo perzo!
Si putesse alluntanà chella brutta faccia scura,
chillu viso tutt'osse ca me fa' mettere paura!

Si annanze 'o fuosso nun me tremmasse a voce.
Si tenesse 'o curaggio 'e cristo 'nfaccia 'a croce.
Si me venesse ggenio 'e cantà chella canzone:
'a solita, chella bella, chella ca m'appassiona!

Ma 'o tiempo no...nun po' essere ammisurato:
chello ca mo' è presente fra n'ora già è passato.
E allora lasso perdere: parlo pe passà 'o tiempo:
nun guardo cchiù adderete: però...si fosse tiempo...
Giovanna Balsamo

Traduzione

Se fossi tempo...

Se fossi un secondo finirei in un momento,
non avrei il tempo di guardarmi in faccia!
Se fossi un'ora avrei di tempo un'ora soltanto,
ma di un'ora solamente, poi cosa ne faccio?
Se fossi un mese, sul foglio di calendario,
mi conterei ogni minuto e quarto d'ora.
E se non bastasse e servisse a qualcosa,
risparmierei volentieri di farmi la "controra."
Se fossi tempo cercherei di allungare la notte:
ogni minuto di luce sarebbe tempo guadagnato!
Invece il tempo è solo una battuta di mani:
mentre giri gli occhi, oggi è già domani.
E se mettessi il tempo in un salvadanaio,
o lo nascondessi sotto una mattonella,
riuscirei a fermare il giorno fatto di ore finite,
ogni ripida discesa potrebbe diventare una salita?
E se infilandomi in vicoli, strade e traverse,
fra una pietra e l'atra trovassi il tempo perso?
Se potessi allontanare quella brutta faccia scura,
quel viso tutto ossa che mi fa tanta paura!
Se davanti al fosso non mi tremasse la voce.
Se avessi il coraggio di Cristo sulla croce.
Se avessi voglia di cantare quella canzone:
la solita, quella bella, quella che mi appassiona!
Ma il tempo no, non può essere misurato:
quello che ora è presente fra un'ora è già passato.
E allora lascio perdere, parlo per perdere tempo.
Non guardo più indietro...però se fossi tempo...

Controra: tempo destinato al riposo pomeridiano

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giovanna Balsamo  

Questo autore ha pubblicato 129 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.