Che senso ha ancora barare
oggi dovrei uscire alla luce del sole
e urlare il tuo nome o quello di Dio
invece rimango qui rintanato
a bere le lacrime
e spaccare a pugni quel muro
che mi separa dall'essere uomo

Che senso ha ancora giocare
oggi dovrei mostrare le carte truccate
salire sulla giostra della sua sofferenza
e invece rimango nascosto
con  l'acqua che scroscia e fa male
punge, perfora quest'anima sempre più sola

Che senso ha tutto questo
l'amore, l'inconscio, gioire d'orgasmo
continuare a pettinarsi allo specchio
e prendere a morsi quest'egoismo
avrei preferito fuggire o lasciarmi morire
come i salmoni risalire la corrente
invece che ascoltare parole
di una realtà disarmante

Si vive, si vola
ma è dura ritrovarsi con i piedi per terra
sotto un cielo che comprime le tempie
mentre tu ti dondoli strana
e sei straordinaria
per come allontani i fantasmi
mentre nella mia testa si forma un cratere
mentre continui a chiamarmi
e le tue parole dentro di me sono spasmi
non rispondo e m'avvolgi da una polvere d'oro
mentre io scavo buche e sotterro il mio sputo
là dove un giorno sarò un grumo di sangue
e continuo a rincorrere il vento
semino baci e carezze
allontanando da me il sigillo d'eterno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo  

Questo autore ha pubblicato 258 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.