è notte, la luce dei locali
in giro solo pochi, i soliti, banali
mi parli, io con le mani nelle tasche
tu hai sempre, un forse, per fermarti

è notte, e noi ci siamo accesi
nel tempo di un'estate, confesso
che era da un pò di tempo
che non parlavo, così tanto, di me stesso...

... poi ti guardo...poi ti guardo
non ci posso credere...hai lo stesso sguardo
di quando mi dicesti, vado
ed io mi stavo... già… innamorando

è notte, la luna fa le facce
e noi con due pezzi di focacce
seduti sulle vecchie scale
sembriamo due piccioni …che hanno fame

è notte, mi parli dei tuoi guai
delle cose che vorresti ma non fai
che era da un pò
che non parlavi con nessuno, di come stai

poi mi guardi...poi ti guardo
non ci posso credere...hai lo stesso sguardo
di quando mi dicesti, stiamo sbagliando
ed io mi stavo... già… innamorando.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 193 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

poesie profonde*
# poesie profonde* 26-02-2014 14:28
Meravigliosa poesia, si sente che è sincera. complimenti
TOSCA
# TOSCA 26-02-2014 16:02
bellissima! dolcissima la chiusa!
catilo
# catilo 27-02-2014 07:22
Bella poesia! Complimenti ;-)
Demetrio Amaddeo
# Demetrio Amaddeo 28-02-2014 06:05
Più che una poesia a me sembra un testo di una canzone....ti consiglio di inciderla perchè è bella

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.