scrivo in fretta, un altro giorno, è andato già
ancora ventiquattro ore sognando quando sarà
possibile abbracciarti e fuggire via di qua
dove un amore, come il nostro, non ci sta...

il caldo accende, il desiderio, che ho di te
anche il respiro, si ferma, non posso vivere
solo scrivendo, quello che il cuore ha dentro se

spengo la luce, provo a dormire, ma perchè...

ma perchè, ogni attimo, mi parla di te
in ogni sorriso, di un bambino, in fondo c'è
quel modo tuo, così ingenuo, di amare me
il campanile suona, sono già, le ventitre...

ma perchè, c'è un altro uomo dentro di me
che mi sfida, che lotta, che non rinuncia a te
sono stanco, spengo il mondo… è quasi mezzanotte...

ovunque tu sia, anima mia... buona notte...
 

 

 

 

 

 

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 187 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.