Ignora il tuono la deriva

d’anima arresa e irrompe

- coda alla folgore, d’attrito.

Attimo eterno che s’acquieta

in muscoli e cadenza, a soffio

di petali di seta.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Diego Bello  

Questo autore ha pubblicato 108 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 02-10-2017 16:24
Irruenza e delicatezza, entrambe come forze che ci avvolgono. Bellissima, Poeta!
Grace D
+1 # Grace D 02-10-2017 19:24
Versi d'impatto che ho molto gradito. Un saluto. Grace
StrayCat
+1 # StrayCat 03-10-2017 15:20
Una poesia che si descrive da se:
questo è il tuono messo in prosa;
non c'è altro da aggiungere.
I miei più vivi complimenti.
A presto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.