Spazio indefinito,

bersaglio schivato e gemito dell’ anima.

Il corpo si abbandona,

una mistura di odori oltrepassa l’ingegno

e lo schianto è ineludibile.

Istanti di precario godimento,

parole fuggono via

e persiste solo l’ amara delusione.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Pikkla  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Frida
+2 # Frida 10-07-2018 22:40
In ogni verso è concretamente allusiva. Si tocca l'incontrarsi, lo si vede, lo si immagina.
Pur tuttavia( e mi sia concesso), avrei scelto una chiusa diversa. :-)
Ciao.
Antilirico
+2 # Antilirico 10-07-2018 22:49
Sì, è vero, la si sente dentro. Soprattutto il vuoto esistenziale finale...
Alessio
+2 # Alessio 10-07-2018 23:57
Atmosfera molto triste che non viene appagata nemmeno dai "precari godimenti" che ogni tanto ci sono concessi. Molte immagini che suggeriscono un concetto ben chiaro. Ciao!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.