Sto chino,
concentrato sui piedi,
mi improvviso
marinaio:
è il nodo
perfetto...

Sono attraccato,
con il cappello girato,
la ciurma è assente:
il telefono è scarico...

A guidarmi 
son le vele,
come già passeggia
il lor piantone:
è soltanto
una brezza campagnola,
la criniera 
già scuote
a ritmo degli zoccoli;
accade
l'impensabile...

La macchia
di adrenalina
vien
sulla scialuppa,
dove io
mi concentro
e mi lascio remare,
dagli erbioni sudati...

Spavaldi
mi stringono,
mi avvolgono
e mi freddano,
al bruciore
del giallo rovente...

Rimango aggrappato
al famoso laccio:
stretti
cervello e polmoni,
non mi stoppano
le ancore...

Stringo la destra,
un cartone
al pilastro
e riparto:
la bussola 
manda al nord,
a pochi passi
dalla ciurma vincente...

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Diego Crozzolin  

Questo autore ha pubblicato 68 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

pierrot
+1 # pierrot 24-05-2013 18:02
che lotta! Un vero campo di battaglia nella solitudine. non di facile interpretazione , alle volte mi ha aiutato il ritmo, e non sono sicura di aver compreso tutto. Anche se resta la nostra inquietudine , qualcuno vince sempre. Grazie
Diego Crozzolin
+1 # Diego Crozzolin 24-05-2013 20:42
sì è vero, alla fine siamo soli contro il mondo, anche se sembra sempre che qualcuno ci stia a fianco...il significato che io pongo in questo mio testo è quello di descrivere in maniera profonda il raggiungimento degli obbiettivi nella corsa, attività che mi sta appassionando e aiutando molto negli ultimi mesi ;) in ogni caso io accetto sempre le visioni degli altri sui miei testi, perché la poesia è incontro e ogni interpretazione della stessa non è sbagliata, anzi aiuta l'arricchimento :) è questo il bello della poesia: arrivare a toccare la vita degli altri e tirar fuori le loro esperienze che possono coincidere con le tue parole...scusa se mi sono dilungato nella spiegazione di questa mia opinione, ma mi sentivo di doverlo fare ;) pertanto, grazie di cuore per il commento: spero il testo sia stato di tuo gradimento :)
pierrot
+2 # pierrot 24-05-2013 21:36
ti ho detto che Campi Marini è un bellissimo titolo?
per questo ho pensato ad un confronto interiore. Ad una faticosa volontà di comprensione di se stesso. Hai ragione la poesia è un bel percorso da fare con altri. Ma credo che il "toccare la vita" e "tirar fuori esperienze" siano espressioni troppo materiali per qualcosa che si trova sulla punta delle tue dita a braccio teso. La poesia è un sogno che può far crescere, poi c'è la vita. Grazieper aver parlato con me. Alla prossima
Alberto Automa*
# Alberto Automa* 25-05-2013 11:04
...sì davvero bello il titolo ed anche la poesia. Molto bravo ;-) ciao un saluto
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 26-05-2013 22:36
pierrot condivido a pieno quello che mi hai scritto in questo commento :) la poesia va oltre qualsiasi espressione, le parole che la definiscono non sono mai sufficienti per definire il significato che trapela dietro i vari testi poetici...ognun o di noi ha tanto da dare, sicuramente, e la poesia è uno dei mezzi più efficaci...graz ie mille anche a te, alberto per il commento :) fa sempre piacere essere apprezzati per ciò che si scrive :)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.