Nel castello degli Habsburg e nella bassa luce
seduto al crocefisso che appeso riluce
Albrecht fantastica di camminamenti
di guardie ignare di spaventi

ebbro scudiero di corazze di maglia.
Diretto in viso a chi se lo immagina
un poeta mancato che ha raccolto lisce sette bacche ovali
e ci giuoca facendole martellare tra le mani,
cadere come i giorni pigramente
ad una ad una ad una,
ad una ad una ad una.


 
 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1183 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Sara Cristofori
+2 # Sara Cristofori 29-10-2014 18:58
mi ha fatto pensare al "Cavaliere inesistente" di Calvino, non so perché, forse per l'immagine o per l'atmosfera medieval-surrea le... :)
Paola Pittalis
+2 # Paola Pittalis 29-10-2014 20:11
bellissima
Alberto Automa*
+1 # Alberto Automa* 30-10-2014 19:14
...Vielen Dank!... ;-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.