Migrano il sangue e le foglie
calpestati da orme non più capaci di volare
Resta una bruma di ieri,
assiderato respiro
-gole chiuse nel canto d'autunno che ha sgozzato il tramonto
Del ramo ricordo il congiungersi al sole
come il nostro equilibrio inventato
senza legge, in uno strato
più alto
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 681 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+1 # nabrunindu 05-12-2014 20:00
molto bella, grazie! :-)
paolo di cristofaro
# paolo di cristofaro 06-12-2014 14:35
Bellissima Rita, specialmente gli ultimi versi quell'equilibri o inventato senza legge è fantastico!!! Grazie!
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 11-12-2014 16:26
Vi ringrazio, Nanni e Paolo :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.