Se si attraversa la linea sottile
che separa il corpo dalla mente,
la creatività si avviluppa a se stessa,
all’oscillazione improvvisa degli occhi
e all’impenetrabile nero della pupilla.
E come il moto dell’altalena,
così anche il tuo profumo
induce paralisi
al mio inebriamento:
con il ricordo dei traumi vissuti,
con il delirio e con la bramata ascesi.
Fintanto che la vita si fa miniatura
al cospetto del primo, soave,
lacrimare di gioia.
Poi d’improvviso
sovviene la pace,
e con lei un fiume
di insolubile pigmento:
le parole che ho scritto per te
e che colorano di blu eterno
l’immutabile spazio verde
dove vive il nostro amore.


 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Charlie  

Questo autore ha pubblicato 615 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.