Nel pieno del festoso ferragosto
Mi trastullavo pigro sulla spiaggia
Per battere la noia ad ogni costo,

Sembravo quel che solo sempre viaggia
In cerca d’avventure ma non trova
Un angolo di cielo che incoraggia

La grande riuscita e si ritrova
A spingere la barca in mezzo al mare
Com’ultima speranza della prova

Di vivere il momento e di giocare
In mezzo a tanta vivida allegria
Che lascia nel futuro ben sperare.

Infatti c’era bella compagnia
Ma giovane e del tutto spensierata
Giocavano e ridevano per via

Di ogni battutina sussurrata
O qualche parolina a doppio senso
Sfuggita da una bocca strampalata.

Io solo da una parte guardo e penso
Che sono proprio vecchio ed arrivato
Che merito sul capo solo incenso

E devo andare via imbarazzato
Da tanta gioventù che vuole solo
Il pasto prontamente consumato;

Allora me ne vado e prendo il volo
Tornando alle mie tristi paranoie,
L’amico bicchierino dove scolo

Le angustie dei ricordi con le noie
Di ciò che sono stato nel mio ruolo
E avevo dall’amore tante gioie.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: nabrunindu  

Questo autore ha pubblicato 368 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.