L'anima s'è fatta giunco
quella sera
e come giunco
s'è piegata al vento,
(indifferente)
che ha appiattito il cielo,
cancellando luna e stelle.

Ogni fiore
ha perso il suo profumo,
ogni giorno, le ore.

Ho arato la terra
nei lunghi miei silenzi,
durante il gelo bianco
che copre orme di vita.

Ho arato la terra,
dentro me.

Germogli ribelli
ora,
fioriscono ricchi
di rosse bacche,
nate,
dal seme dell'amore.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: elisa  

Questo autore ha pubblicato 141 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.