Non guardarmi
ti prego,
non con quegli occhi
che sanno
di aver visto la fine.
Addormentati,
ricordati ora
di essere libero
come sempre sei stato.
Rammenta le fughe
oltre il cancello,
come ululavi
se qualcosa
non era come te
lo volevi.
A me piacevi così
senza padroni.
Dormirai per sempre
sotto l'ulivo,
come in vita facevi.
A casa ti riporto così.

Dedicata al mio cane. Un Beagle di 14 anni e 4 mesi, una vita. Si chiamava Rocky

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carlo Marconcini  

Questo autore ha pubblicato 112 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.