Un altro colpo ancora
e trema qui il telone
il cielo si colora
mentre spara il cannone

Io me ne vado in giro
con questa faccia buffa
mentre fingo un capogiro
perché un angelo si tuffa

Rido ma vorrei piangere
sono pareti di stagno
questi miei occhi a reggere
un lago di pianto


Un uomo si butta da una finestra
ma qui è tutta finzione
altri con le braccia si prestan
ad attutire il dolore

Poi un ombrello lo salva
lo porta sempre più in alto
guardandolo la mente fantastica
se non è in questo cielo, è nell’altro

Un altro giorno è andato
sempre qui nel mio telone
dove non conto più le ore
e non riconosco più le persone

e me ne vado in giro
con la faccia più buffa
ma adesso ho il capogiro
perché la vita è una truffa

Perché se un uomo si butta da una finestra
lo riprende solo la televisione
e non ci son mani che si prestan
se non per farne condivisione

Non c’è un ombrello che salva
L’umore che è andato al collasso
C’è solo un momento di critica
Di chi scrive saltasse…

..non vede che è basso


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 187 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.