Una corona ottagonale
svetta su torri vicine al silenzio,
 nella pioggia fanti e stendardi,
  una preghiera per ogni rogo.
 C'è un rosario
 che torna al mondo, 
come un amore mai del tutto dimenticato.

Avrei tanta voglia dei tuoi baci,
ma non ho che brina,
sui guanti e sulle labbra.
Mistici quadri su cui cammino
sotto un portico di vergini uccise.




(2011)

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1183 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Noa Amin
+2 # Noa Amin 08-12-2011 07:37
visioni di un'altra epoca, colte da un quadro piuttosto che da un viaggio..ma sempre rese con garbo e delicatezza
Debora Casafina
+2 # Debora Casafina 08-12-2011 21:51
il garbo e la delicatezza rigangono sempre le tue prerogative da lord inglese con le tue magiche atmosfere tra presente e passato in una sottile nebbia del tempo

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.