Ieri non ti ho visto, ma

permanevi a campire

luminose distese.

Sola e viva, ho vissuto di te

immagini mentali di cancelli.

Il sole mi ha irrorata di odori. Di piuma.

Eri soffio alla nuca, eri nelle gambe morbide.

Altalena di parole, lampo di silenzio.

Un’ora sull'altra delle ciglia.

Sul tardi ho chiuso il grembo,

vi ho rannicchiato intorno

le tue braccia possenti.
 
 
 
 
 
 
 
 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 484 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.