Tu canti poeta canti

canti tue periferie

dove si spazia

un’avventura d’anima.

I versi tuoi

percorrono orizzonti

- tutti quanti -

che supera la grazia.

Ma a te poeta mio

poi chi ti canta?

Poeta chi ti canta

dei quindici gradini

di spole tra due fari

di mille volti al giorno?

Chi canta dei tuoi incanti?

Chi canta del tuo passo, del tuo fondo?

Chi grida che non sei di questo mondo?

Baciate queste rime

da sole piante gore

son baci sui capelli

per mille ciocche more

senza orpelli

solo labbra

in balìa di sete.

E canta poeta ancora

canta tue periferie.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Diego Bello  

Questo autore ha pubblicato 108 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

fintipa2
+1 # fintipa2 11-06-2017 13:55
Chi grida che non sei di questo mondo?

il poeta per me è un semplice operaio della bellezza che è il modo di manifestarsi dei valori più sani dell'umanità.
visto così egli è un individuo come tanti altri che fa il mestiere di un fabbro della parola.
perciò ha una grande responsabilità addosso, di usarla in maniera autentica,
senza abbandonarsi al narcisismo ed alla vanità:

...deponi la tua vanità
dico, deponila!
(E. Pound)

ciao franco
Diego Bello
+1 # Diego Bello 11-06-2017 16:41
Certo, hai ragione. Ci può stare anche questa interpretazione . Grazie per la lettura.
Ciao
Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 12-06-2017 07:15
Il poeta canta sue periferie per allargarle infine, comprendere (prendere con sé, contenere) quelle altrui. A sua volta sarà compreso da chi stabilisce con lui un dialogo empatico, pur se immaginario. Sarà sicuramente questo il mondo a cui fa riferimento la poesia: il linguaggio che accomuna il poeta e l'altro da sé, a cui è sempre rivolto. Testo stiloso e meritevole. Complimenti.
Diego Bello
# Diego Bello 18-06-2017 12:07
Grazie Rita.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 15-06-2017 15:42
Spesso i poeti fanno parte di un mondo tutto loro, bellissima ciao.
Diego Bello
# Diego Bello 18-06-2017 12:07
Grazie Silvana.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.