Avete visto come penetra nelle ossa il ventunesimo secolo?
È una specie di super latte, l’acciaio lo fa ridere
Prende un bambino ancora col cordone e lo riempie di cheap

Il primo vagito è già premio Nobel 
Eh sì, l’idea della vittoria è vitamina per cellule in formazione
Deve essere chiaro che vincere è ciò che conta
A qualunque costo

A poppare lenti si rimane tra i folli, gli ebeti, i normali 
quelli che non avranno l’aumento di stipendio
I perdenti insomma 
A cui sarà tolto pure quello che hanno

Poppando veloci s’impara la lezione

Sono necessari denti affilati e sostituibili
Ne ho visti già cariati accettare il destino senza lamentarsi
I nuovi invece ridevano dei poveri cristi
delle prestazioni da ‘900
neonati con la gengiva senza eruzione
le mani aggrappate al seno 
gli occhi che non si staccavano dal paradiso

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: fintipa2  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Hera
+1 # Hera 21-06-2017 11:35
Versi di grande forza e grande ironia( non sai quanto mi hanno resa felice), per la verità incredibile che sei riuscito a evidenziare in essi, con grande sapienza ed eleganza poetica........ ....... Complimenti davvero........ ..... e saluti carissimi, .HERA.
fintipa2
+1 # fintipa2 22-06-2017 20:33
grazie Hera,
la realtà è una giungla dove regna la legge del più forte e noi ci viviamo dentro a vari livelli.
Il poeta sente il disagio e non può di certo girare la faccia da un'altra parte.
Almeno questo vale per me. ciao
Grace D
+1 # Grace D 21-06-2017 12:58
Com'è cambiato il cammino della vita, adesso bisogna correre, essere supereroi già da bebé
altrimenti non si emerge in nessun campo, si rimane nel limbo a vivacchiare. Ma non sempre essere
supereroe lo si è per merito, spesso sono le conoscenze dei papà che fanno assurgere al podio
o le spintarelle, il far parte di un'élite, di un'oligarchia, certo, giova eccome. E' un'epoca che
per certi versi come la tecnologia, mi aggrada molto. Ma per la maggioranza la trovo falsa,
senza un briciolo di coerenza. Bravo tu a farci riflettere con i tuoi versi che scavano a fondo
tra le pieghe della vita. Un saluto, Grace
fintipa2
+1 # fintipa2 23-06-2017 07:44
è l'abisso tra i due mondi che m'interessa, quello della super velocità e quello della cosiddetta lentezza.
una dialettica della vita civile che non lascia via di scampo. cosa può fare la sensibilità poetica
se non segnalarne l'assurdità e la tragedia di veder soccombere ogni valore all'insegna dell'efficienza e della prestazione?
ciao e grazie

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.