Restare

scrutarsi

tra muri che ci assorbono

è goccia luce

sul battito di ciglia,

un susseguirsi di antefatti

in direzione opposta a cose arrese.



Sembianze prese dagli spigoli,

in gesti rallentati

le spore 

che gridano al domani:

mi scava e riempie 

il respiro che sillabi ad incanto di fuga 



-esaudisco assonanze-



lo porto in segni d’ombra 

fissandolo in riparo,

cerchio di presenza.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 664 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Antilirico
+1 # Antilirico 10-08-2017 16:42
Eh, bè, quando ci si libra su tali alture, c'è solo da ammirare... scrutandosi per restare... Stupenda e incantevole...
Aita Carla
+1 # Aita Carla 10-08-2017 17:59
Oh, la chiusa...molto e molto.
"il respiro che sillabi ad incanto di fuga": un gioiello!


Grazie


Carla
Hera
+1 # Hera 10-08-2017 23:07
magnifica semplicemente.. . sono sempre senza parole: ogni volta che ti leggo , mi rendo conto di quanto io ho da imparare. la tua è grande poesia!
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 14-08-2019 07:01
Grazie a voi .....vado indietro, talvolta :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.