Quanto mi piace questo bar, io e te sotto l’albero del glicine
creato non generato, umano tutto umano,
DNA di pvc e fiori rossi.

E questo è l’amor proprio, il più vero,
un po’ deviato quanto basta per piacere,
anarchica confidenza
per orecchie tutte chiuse in una noce ed io…
non vedo l’ora di scavarmi le tue vene,
tracannarmi un po’ di birra nell’aorta
come serpe irriverente che ti soffia nella testa

Dirti , dirti…non dirò niente…

l’amore è già un miracolo se ce n’è di qualche tipo
ci vuoi mettere anche il latte ed il leone….! 

Che altro? I figli nel travaglio, il segno sulla fronte …l’amore eterno…la nausèe.

Verrà l’agnello a reclamare la sua parte,
in doppio petto ci caccerà,
ma tu non hai colpe,
è d’uomo questa volta per peccati-derivati: 

Vomitare tutti i secoli che separano dalle ombre incatenate.....
VOMITARE TUTTI I SECOLI CHE SEPARANO DALLE OMBRE INCATENATE...

Un che di plastica\cassonetto ora mi prende… proprio buono il posticino…
una baccante, un pò cassiera, ci farà pagare la nostra gioia.

Ma che gusto fare a meno d’ogni presente! 

Io e te sotto un glicine che mi spira questa voglia
di mostrare in una tazza s\fondo urina
tutti i frutti della scienza\conoscenza. 

p.s.
versi o\messi
[Vedi queste due tazzine, dentro girano universi,

nessuno sa se di materia\antimateria,
mai fidarsi, è meglio
non mischiare il mio aspartame col cucchiaio sdolcinato.
Stesso caffè?
Tu chiami “stesso caffè” l’annichilirsi! ]

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: fintipa2  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Sabyr
+2 # Sabyr 22-09-2017 21:40
A me piace molto la parte dello scavare le vene (riassumo) perchè è molto nelle mie corde questo "vampirismo" chiamiamolo così.....Devo dire che in tutta la poesia si respira un non so che di dannato,,,,ovvi amente mia personale interpretazione , Bisogna ammettere che il testo è complesso. Secondo me tra quelle che ho letto tue è la più coinvolgente, per quanto tu scrivi sempre cose di un certo impatto. Però questa la trovo sinceramente più affine al mio modo di sentire.
Hera
+2 # Hera 22-09-2017 22:18
Sempre alla grande , con versi di una contemporaneità unica, sia per lo stile che per le tematiche, con riferimenti e richiami ben precisi........ ............Com plimenti, e un caro saluto. HERA
Aita Carla
+2 # Aita Carla 23-09-2017 13:30
Ossantapolenta!
Ma quanto mi piace questo tuo brano??

Un giorno mi piacerebbe entrare qua e leggere di tuoi versi d'amore, quelli senza rima sdolcinata ma pieni di passione e potenza che il tuo scrivere ti permetterebbe fare.
Ne saresti terribilmente capace di scriverne...ma il sociale ce l'hai nelle vene. Nel frattempo, mi farò bastare versi come questi ma non negarmi di sperare; una bellissima cartolina.


Grazie!
francesco
+1 # francesco 23-09-2017 17:18
Il male di vivere. *****........ Francesco
fintipa2
+1 # fintipa2 14-10-2017 21:30
anche se con molto ritardo, grazie

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.