Aspetto che il giorno
lasci le ombre notturne
e traendo auspicio dai sogni
senza ormeggi
stacchi la riva
In qualche luogo
con l'attrazione dei baci
stordisce l'odore delle radici
stropicciate dalla terra
E' un desiderio
sentirsi avvolgere dal calore
nel sottobosco ferito
Effimero il gioco dello sguardo
affido la memoria alle labbra
a quell'intreccio di rami
là dove solo esistiamo.

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Raffaele Di Palma  

Questo autore ha pubblicato 53 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Alberto Automa*
# Alberto Automa* 30-12-2013 19:50
...secondo me, una piccola meraviglia :-) ...un saluto, Albert
catilo
# catilo 30-12-2013 20:47
Mi è piaciuta. Complimenti. Catilo
nabrunindu
# nabrunindu 30-12-2013 23:40
anche a me, tanto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.