A te a cui la mia vita
si è legata come l'edera
al tronco di un albero,
tu sei quell'albero

A te con cui un lungo cammino
ho percorso ed ancora finito non è
ricevendo amore
rosso come una rosa,
cocente come il fuoco
che infiamma la mia pelle
alle tue carezze


A te che il cuore mi hai rubato
un cuore che disperso e delicato era,
tu ladro gentiluomo
incastonato l'hai nel tuo
come un diamante
in un cerchio d'oro


A te che dono più grande
non poteva farmi Iddio,
insieme spiccammo il volo
toccando il cielo
le stelle cantavano una romanza
d'amore
e tra le braccia della luna
facemmo l'amore


A te dico grazie
tu mia forza, mio amico
amante e fratello,
due semplici parole
ma di immenso valore
senza inizio e senza fine dico
ti amo”

 


                                              






 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: cristina biga  

Questo autore ha pubblicato 497 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.