ED ORA CHE,
IL MIO CUORE
E' NELLA MORSA DEL GELO,
LENTAMENTE E TRISTEMENTE
MI AVVIO
VERSO L'ARDUA VETTA 
DELLA SOLITUDINE
E DA LI'
IMMOBILE E PER SEMPRE,
GUARDERO' GLI ALTRUI AMORI
E LE PASSIONI SUBLIMI
CHE MAI PIU' 
MI RIGUARDERANNO.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Hera  

Questo autore ha pubblicato 411 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+1 # nabrunindu 06-10-2015 20:38
mi è veramente piaciuta, scritta di getto e bellissima!
Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 09-10-2015 10:35
UNA MALINCONICA, INTENSA QUANTO SENTITA POESIA... SARA' LA TORMENTATA QUOTIDIANITA' PER L'ALTRUI INDIFFERENZA. SERENA GIORNATA.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.