legni a motore
cordoncine per vagoni
giallo limone
al limite sarò io
a rimorchio
con la faccia
e la carta copiativa
lingua,dita e penna 
blu,ailoviu
la freccia infilata
nel cuore.
Sul tronco d'eucaliptus
la tua schiena
disegnavi gli arabeschi
a squarciagola
il Liga o i Sepultura
al semaforo già verde
d'imbarazzo
quanti piani di Escher,
quali rebus.

Mi dicevi:ricorderai
le nostre mani
un tempo?
a spingere la terra
sulle scale
accarezzare timori
di cadere oltre
l'occhio del ciclone,
la salvezza sarà
intrecciarle come rami ,
in controluce.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: cordaccia*   Sostenitore del Club Poetico dal 23-12-2018

Questo autore ha pubblicato 58 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.