Sì, vorrei vederti sorridere
semmai la fantasia ti coglie sveglia
nell’iniquo sonno dei tristi.

I contorni delle dolci colline
sono ora più chiari del tuo tempo.
Il sole, guardalo il sole matto,
per una volta non ti accecherà.
Il mare, quello che dici di amare,
può ancora replicare caroselli.

Adesso non perdere un istante,
scaglia nel tuo angolo remoto
le ansie prigioniere dei vortici
e in beatitudine perditi,
senza di nuovo prender le misure
dagli intatti paradisi indocili!

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 84 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.