Ti amavo in quel letto cosparso di sale,

ti volevo sapendo che mi facevi del male,

nascondevo le lacrime e ti sorridevo,

perché stare con te era tutto quello che volevo,

le sofferenze erano lividi sul cuore,

ma tenevo il dolore per questo assurdo amore,

mi guardavo allo specchio e non leggevo un senso,

schiavo dei tuoi occhi mi perdevo nell’immenso,

sterile quel coraggio che non ho mai avuto,

il demonio dagli occhi belli l’ ho sempre voluto,

svuotavo la ragione per non voler vedere,

più ti amavo e più ti davo potere,

e fino alla fine ho tenuto gli occhi chiusi,

sanguinando dal dolore tra ferite e abusi,

adesso che mi hai perso e non puoi più tornare,

non trovo una spiegazione per non averti saputo odiare.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: GENNY CAIAZZO  

Questo autore ha pubblicato 46 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.