Dove crescono le rose selvatiche

ti implorai d’amarmi,

ogni richiesta d’attenzione del mondo attorno

si confuse col fumo delle lancette ferme.

Dove crescono le rose selvatiche

l’arresa del giorno si fece violenta

ed i salici scesero con le loro chiome,

quasi a proteggerci.

Dove crescono le rose selvatiche

i tuoi occhi presero il colore di ogni cosa

perché in me tu eri ogni cosa,

te lo dissi col fiato preso in prestito dalla verità.

Dove crescono le rose selvatiche

il velluto che ricopriva i miei polpastrelli

rassicurò ogni millimetro della tua pelle

ed i tuoi capelli furono la cornice d’ogni esistenza.

Dove crescono le rose selvatiche,

Elisa Day restituì la vita sotto il peso d’un sasso,

proprio dove incisi ogni lettera del tuo nome

sotto un velo di rugiada color passione.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 64 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.