Lasciami andar lontano
da questo cuore suicida,
vittima di se stesso.
Lasciami fuggire dove
la mente non ha ricordi
per lesionarsi ancora.
Lasciami andare
in quel posto dove gli occhi
si tengono chiusi,
per non vedere le braccia
che ti posseggono,
che ti stringono.
E poi lascia che...
il tempo faccia il suo lavoro,
che Dio gli dia una mano
a farmi dimenticare
che quelle braccia,
una volta, erano le mie.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 224 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.