Divido il cuore tra due palpiti distanti...
dove non se ne sente il lieve suono di vita.

Dimmi ora dove sei, dimmi ora dove sono.
Divido l'anima che cerca il suo senso,
che una volta eri tu ed ora ti nascondi.
Tra i pensieri ed i ricordi malati passeggio,
ci sono alberi, voragini e maestose mura...
miriadi di scritti di innamorati finiti male,
miriadi di scritti di speranza urlata ai venti.
Divido una lacrima che, ancora tra gli scritti,
cerca invano il tuo sospiro e la tua firma...
per fermarla devi dirmi dove sei, così...
ti vengo a prendere dove ci siamo persi
tanto... quelle mura son state create
per salirci e farci l'amore.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 163 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Potrei dirti quanto sei bella

con quei fianchi scoperti e le spalle al muro,

quando aspetti di essere amata.

E’che prediligo quel momento prima dell’alba

perché non mi dà ragione, e fra le ciocche dei

miei pensieri ti fermi a giocare… arricci il naso

e muovi le dita con la malinconia di una fata.

E’ sul far del giorno, che è di chi non sa morire,

che mi hai afferrato i gomiti come a dirmi che

quando l’universo è disposto a farsi guardare

lascia in dote tante domande e nient’altro

che solo una persona come risposta a tutte,

ed io sto come su un’ altalena, a cercare la forza

nelle gambe per spingermi sempre più in alto.

Metti un po’ di incoscienza ora, quel vestitino

bianco e scendi… c’è un cielo che sembra

primavera, e l’aria autunnale

che vuole accarezzarti le gambe.

Ti prenderò per mano e… “…sarò io stessa

a portarmela sui fianchi, tu prendimi.

Alla vita penso io… quando fuori c’è il temporale”.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 442 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non devo dimenticare
di quando ero felice
lucine di Natale 
note nel vento
e zucchero al velo
non lo devo dimenticare.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Anghelita  

Questo autore ha pubblicato 9 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Una luce, un colore
ed all 'improvviso riappari,
dalla memoria:
una musica ti fa danzare, 
un fiore ridona il tuo 
profumo.
Così a memoria di te
trascino i miei giorni
vedendo ovunque
il tuo sorriso. 
Solo il sonno senza sogni
mi dà pace, cala un fragile 
sipario su questa mia vita, 
che era la tua.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 76 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sento al tatto il timore
che t'assale da dentro...

di perdermi e di amarmi.
Ti passo la mia pace,
le mie certezze d'amore
con le mie carezze,
emanandoti l'ardore che
ti tiene il cuore a bada.
Ti stringo. Poi ti bacio,
come solo io posso
come solo tu vuoi.
Tremano gli sguardi tuoi,
fameliche le labbra mie...
si uniscono in un brivido
di un solo tocco leggero.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 163 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non è da un giorno,

che ci conosciamo,

che ci frequentiamo,

io e te,

quanto tempo è passato;

ma io sono sempre stato

vicino a te,

non ti ho mai dimenticata,

non ti ho mai trascurata;

amore,

se tu sapessi,

se tu capissi,

il mio amore per te,

così forte,

da sfidare il tempo  e lo spazio,

vorrei tu capissi,

e mi amassi,

allo stesso modo;

pensami,

pensami;

sei dentro i miei pensieri,

sei tu,

di te mi fido,

in te credo,

non dimenticare,

non scordare,

non lasciarmi solo,

in un anfratto,

ti prego,

tesoro,

capiscimi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 194 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Sorseggio questo bicchierino

d’acqua fresca prima del caffè,

amaro come il tuo riflesso

che lascio scorrere sullo specchio.

Qualcosa di bellissimo

che crede di non essere visto.

Rientrando a casa penso

che delle vetrine mi piace

confondere l’esterno con l’interno

quando viene buio.

Poggio la testa al vetro,

e cerco un riflesso che ti somigli

per potergli sorridere.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 442 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quando mi urlasti
è finita
il sole tramontò 
per sempre
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Anghelita  

Questo autore ha pubblicato 9 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Stanotte ti ho sentita

fare l’amore

con la tua fragilità

che è anche la mia.

Qualche ora fa ti ho vista alzarti,

non ti sei accorta che ero sveglio.

E tu più bella del solito.

Complice un raggio di sole

ho continuato nella bugia,

per guardarti in asciugamano

infilarti le calze.

Poi mi hai appoggiato

sulle labbra la tua magia.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 442 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non ci sei più
Tra quelle invitanti lenzuola
ho frainteso il tuo amore che
per notti mi ha invasa
nella mente, nel cuore e,
approfittando del corpo
ha invaso anche l'anima.
Tra quelle caldi braccia
ho assaporato la tua brama,
le tue labbra suadenti e poi...
il veleno della tua bocca.

Non ci sei più con me,
non ci sei più nel mio letto
non ci sei più per me...
ed io... ti sostituisco con lacrime
che trapassandomi...
lacerano ogni frammento di me
che ti apparteneva.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 163 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Busserò in una notte 
di vento, non mandarmi via. 
Cercherò brandelli di 
un amore non ancora
finito, apri la porta del 
tuo cuore, dammi 
ancora una chance, 
busserò
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 76 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Quella sera tu

Sono passati anni,

sotto i ponti,

ma ancora adesso,

che sono

ormai bianco  e vecchiotto,

ancora adesso,

mi ricordo bene,

quella sera,

di anni fa;

quando tu entrasti nella stanza,

c’era afa e caldo,

ma io ti notai,

e ti desideravo;

tu ti accomodasti vicina a me,

poi,

d’improvviso,

le nostre dita si toccarono,

allora,

tu ti sei sporta su di me,

e mi hai baciato,

le mie labbra sulle tue;

un lungo bacio,

che non scordo più,

e da allora,

mi affezionai  a te,

e non ti ho più lasciata,

amore tu,

unica,

tu.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 194 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Silenzi persi nelle tasche
di un infinito cielo,
sono code che danno direzione
timoni, senza tregua d'arrivare.
E le vaporose bianche raminghe,
ricoprono un azzurro che vuole
solo parlare.
Di te,  dirà che ti sei perso
tra le vele, solcando mari profondi
d'emozione.
Di me, forse, avrà racchiuso nel pugno,
tutto l'amore, che come lava
può eruttare.
Rimango le briciole di un ricordo,
fatto di vapore che uniti ci vedeva,
senza altro da dire e fare.
Sottili fili ancora ci tengono
legati senza fine...

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Marinella Brandinali  

Questo autore ha pubblicato 424 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quando guardo la stanza mezza vuota  odo come un sentore di gelido, che parte dalla punta dei pensieri e termina ai piedi dell'anima.
Non conosco nessuna ragazza che mi provoca brividi glaciali anche in pieno agosto, quando la salsedine impregna le nostre vesti, mentre le nostre pelli si strofinano sopra un asciugamano di cotone creando scintille rosso rubino, che accendono il plumbeo mondo. 
Una volta calate le tenebre ti presenti al cancello della mia mia prigione mentale, vestita di rimorsi e assenza, io che innaffio le mie interiora con assenzio e rum nella speranza che facciano arrugginire la maledetta serratura del maledetto cancello, ma invano, perché la chiave dei ricordi in presenza di sorella Luna è in grado di scardinare qualsiasi marchingegno. Allora è lì che ti accingo a raggiungere le finestre che danno sul mondo, e a versare fuori da queste ultime acqua salata  raccolta dal grande lago della disperazione. Solo dopo quel rito allora le persiane si chiudono lentamente, divorando anche l'ultimo spiraglio di lume dalla stanza, provocando sonnolenza anche a te, che fai ritorno silente verso il tuo ergastolo con un ghigno di sfida, di chi sa che tanto ogni prigionia concede un'ora  d'aria al giorno, che libera momentaneamente il condannato, ma intrappola per lo stesso lasso di tempo il carceriere, che li rende eternamente vicini, ma invisibili l'una a l'altro
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Simoncino scribacchino  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non cadere nel cratere dell’incomprensione

la fragilità ti stordirà

annebbierà la tua forza

la paura raschierà il fondo

seppellisci in un cratere la rassegnazione

non vivere cosi

sorridi, corri incontro alle verità

riappacificati con te stessa

macina la rabbia

i ricordi ti lasceranno libera

vivi l’oggi, non pensare il domani      

la brezza del mare e il suo calore

soffieranno la sabbia dal tuo cuore

prendi per mano la speranza

amala, accetta i tuoi limiti

non cadere nella trappola

sorridi lascia andare il suo aquilone

accarezza il profumo della sua pelle

impara a capire

concentrati il cuore è libero

se saprai ascoltare il silenzio

le parole diventeranno musica

e riderai, riderai

tu possiedi l’amore

ruba il tempo

usalo con dolcezza

abbraccialo e ridi

prendi in grembo il suo sorriso

l’aurora vi bacerà il risveglio

il giorno darà un senso ai vostri passi

ringrazia la sua luce

e ridete, ridete

consumate le vostre suole

correte, cantate, ridete, ridete 

nessuno potrà fermarvi

se un giorno vorrai andartene

vai ma senza rimpianti

i cipressi non hanno radici.

 

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alido Ramacciani  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.