Ho colto una rosa per te
nei prati secchi
dove spontanee crescono le lune.
Ho colto una rosa bianca
come il candore del tuo viso
quando ti sei spenta.
Ti piacevano tanto le rose
e rose erano i tuoi baci
sulla mia fronte acerba.
Adesso da quella nicchia di cielo
dall'immensa distesa di rose
piovono petali dai tuoi occhi
e qui sono coriandoli
che si adagiano stanchi
sulla radice dei miei alberi
nei rami protesi
ad abbracciare il vento.
Luce di madre
dammi ancora quel profumo
per amare questa vita
che indegnamente calpesta i miei passi
verso l'infinito.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo  

Questo autore ha pubblicato 258 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
3358155d9f3c084

Oh sapessi bimba che silenziosa

nel tuo mondo sei e

timidamente ancor adagiata stai.

Sapessi amor il cuor di te ho gonfio fin

divenir un'immenso globo a contener il mondo..

Amor di bimba sapessi come t'attendo..

Oh piccola gemma che ancor devi sbocciare

ad anima gentile a te mi porgo con

docile pensarti e senza interferire

come goccia di pioggia scivolo sul vetro,

per non disturbar la tua evoluzione..

Oh se sapessi quanti pensier la mente risveglia,

un via, vai da non trovar la strada.

L
a pelle aggrinza e di paura  

il pensier attanaglia le viscere.

Se non potrò incontrarti la vita sgretolerebbe!

Amor di nonna sii forte e

come uccellin di bosco

metti le piume e leggiadra vola dal nido

 per
volarmi addosso!

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Adele Vincenti  

Questo autore ha pubblicato 50 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Nei tuoi occhi neri

vedo tutti i miei sbagli

tutti i tuoi pensieri

ed anche i miei tagli

Nei tuoi occhi scuri

vedo tutti quei ricordi

Davanti i nostri muri

e quei vicini sordi

In quella pozzanghera rossa

Ci vedo il tuo pugno

una bambina scossa

e il caldo di giugno

Nel suo viso disilluso

non vedo niente:

Un livido sul muso

e una bocca che mente

Nei tuoi occhi neri

trovo tutte le risposte

ai quesiti seri

e alle domande poste

Nella tua mano

non vedo più niente:

solo il suo pianto

e le parole della gente

Io nei tuoi occhi neri

ci vedo i vostri passi

verso i versi più sinceri

9 mesi prima che arrivassi

Io nei tuoi occhi neri

vedo quando ci hai fatto sesso:

io nei tuoi occhi neri

ci vedo il mio riflesso.

E se lo sbaglio è questo

non so che altro fare

se non ucciderlo.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: claudia  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Eppure vai per linee disseminate

un fardello di figli inutili incoscienti
a reclamare la loro parte di eredità

tu madre assetata di cieco egoismo

lecchi il  torpore nel loro tramestio 
li ungi di falso puro amore materno

vai senza meta verso una latitudine

rileggi le parole acide senza senso
cavalchi il buio incosciente preda...

ove il nadir  ti afferra e ti trafigge.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 23 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Tempo fa mi son fermata 
in un paese a forma di culla 
che di brutto non aveva proprio nulla
"Paese delle mamme"
si chiamava e perciò 
mi incantava. 
in quel paese non c'erano abitazioni
ma di nuvole eran costruiti 
anche dei treni i vagoni
ed ogni bambino felice poteva giocare 
mentre la mamma un buon pranzetto 
gli soleva preparare.
In quel paese la scuola non c'era
ma ogni mamma la sera al suo bimbo 
una storia raccontava
mentre egli lieto tra le sue braccia
si coricava.
Ogni sera un bimbo nasceva 
e aveva il cuore lieto di ascoltare 
una canzoncina che la mamma 
doveva intonare
con la sua voce soave 
che cantava lieve 
come il bel Piave
Che gran bel paese era
  ed ogni sera 
mi soffermo a pensare 
a quelle immagini tanto meravigliose 
che oggi qui vi ho voluto narrare.
Grazie alle mamme di tutto il mondo
a quelle di pancia, a quelle di cuore 
perché ci hanno accolto sempre con calore!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Arianna Mosconi  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Esisti
appesa agli orli dei ricordi

nonostante me




1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Francesco Falconetti  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Sarai meglio di me,

la certezza a volte costa poco,

quanto lo zucchero nel tè

pensando a un nuovo gioco.

Oscilla -allegra- ogni tua ciocca

mentre giri il tuo cucchiaio,

e la tua vita è (oro) d’oro in bocca:

la mia osserva, dal fondo del secchiaio.

Risalirai le scale e si aprirà la porta,

quando ormai saran trascorsi i mesi e tutti gli anni,

ma dei tuoi errori dirò piano “non mi importa”

conscio del mio peggio in solitari danni.

Una coperta e la sua polvere a sonnecchiar sulle mie gambe,

ormai vecchio mi riposo mentre il tuo mondo stringi in mano;

nostalgiche visioni, nel fumo di una pipa, sono le mie memorie strambe,

e stringo, e osservo meglio la tua foto, finché ti sogno dal divano.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Davide Bergamin  

Questo autore ha pubblicato 76 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Brulica d'immoti silenzi
questa casa, questo posto.

Mamma, Papà... 
Ah, quanto vorrei oggi,
indossare il vostro dolore 
e sentirmi morire dentro,
come quel giorno.

Potrà mai il tempo
farmi dimenticare
quel sorriso spento?

Intanto...
Ancora brilla il Sole
e qualche volta piove.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Loris Marcato  

Questo autore ha pubblicato 137 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Parole ascoltate 
coscienza assopita 
non volevi dire
per non far soffrire  

La rabbia ti scuote 
la bocca si scuce
il dolore ti opprime 
e lui non capisce. 

Tu pensi che finga
poi realizza
colpito da chi
lui ama di più. 

Tutto sbagliato 
occhi bendati
credere a tutto 
non cogliere indizi. 

Risultato nefasto 
di tutti i suoi si
povero padre 
per il dolore che hai. 

Regalano bugie 
come caramelle 
e noi che lottiamo 
... abbiamo già perso. 

Han vinto loro! 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Liviana Poletti  

Questo autore ha pubblicato 25 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Erano in tre in famiglia: nonno

Dante gradiva a un punto tale

la trippa che dava percezione di

ingerirla in una sola cucchiaiata.

Era conduttore di treni nei pressi

di Trecate, e conobbe papà quando

dovettero risanare la latrina: ciance,

brago e bitume un’intera cariolata.

Nonno Tore finito di trebbiare si

dedicava alla sua passione: qualche

forchettata di trenette al rafano

seguite da vini rigorosamente forti.

Una secchiata d’acqua per le

stoviglie, ed ecco nonna Carmela

con una grembiulata d’uva che

diverrà Trebbiano: sono tutti morti.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 334 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Messe le scarpe buone, guanti consunti

e il paltò con papà scendevamo in paese

per le commissioni: dopo pochi metri

ci si fermava subito dal cardatore emaciato

che al nostro ritorno ci avrebbe fatto trovare

pronti guanti nuovi e anche una sciarpa.

Diceva “I due cardacci” la scritta sui vetri.

La mamma aveva iniziato a insegnarmi

a leggere, e volevo allenarmi con le insegne.

Poi era la volta del maniscalco con gli attrezzi

per ferrare, dei sellai che preparavano il basto

per i cavalli e la filatrice al telaio con i fusi.

Fuori dalla macina ci salutava il mugnaio

con la pala, e finalmente con stecche e pezzi

di stoffa, pinze e fil di ferro c’era l’ombrellaio

che ci riparava l’ombrello a pezze della nonna.

Ero impaziente di vedere il biciclo-carretto

dell’arrotino, ma mi incuriosiva “Canapa e juta”

sulla bottega dell’impagliatore di sedie.

Ora saremmo tornati a casa dove nonna stava

di certo lavorando a maglia davanti al caminetto

e mamma intenta a far la nuova scopa di saggina.

Passando davanti al calzolaio “Fustelle, basette

e pestello” mi sorprese che papà con la sua scarpa

macilenta non vi entrasse…

Ma ero così stanco di camminare, ma contento

perché di lì a poco avrei avuto, da far vedere

al nonno, la mia nuova sciarpa.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 334 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quando compare
davanti agli occhi
l'immagine della felicità,
dell'amore.

L'immagine
della famiglia.

Vivere tutta la vita
per rifare tutto...

Dall'inizio alla fine.

Per vedere questa immagine.

Che mi porterò con me
per il resto dei miei giorni...

Nulla più mi farà male.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 700 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La prima poesia
fu per mamma mia;
la scrissi a sedici anni
ma lei non la gradì.
Pensa a studiare.>
Amorosa e sensibile,
severa e inflessibile,
mia madre era così.
Ormai laureato,
un giorno me la chiese
e le si accese un sorriso
divenni rosso in viso,
mi sembrò il Paradiso.
Mia madre era così,
l’avessi ancora qui.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ugo Mastrogiovanni*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 27-01-2016

Questo autore ha pubblicato 136 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

A dir mamma lo vissi in auliaco sentore,

crespati ricordi ove quel tempo è fermo..

Mamma di te il cuore si gonfia ad elargir bramoso sentimento.

Furono e son pensieri ove giaci immemore d'amore.

Memoria a tracciar flourescenti visioni nel

percorrere il tuo viale.

Mamma!

Un tuffo al cuore

un trampolino di lancio e

cronometrare quel tempo d'espanzione,

e fra mente e pensiero aprir un varco d'amor sincero.

Mamma amore infinito espanso nell'infinito!

A dir mamma sorride anche il cuore,

preamboli dignitosi nel pronunciare il tuo nome,

getto d'acqua pura a dissetare..

Ricordi in placide premesse,

consigli a divenir pane di vita,

umili e sincere parole in vigor di vita.

Mamma ascolto la tua voce che ancor mi parla!

Ricordo; anche le parole che non aveano senso,

 ponevi sulla retta via! ..


http://www.paroledelcuore.com/images/users/12024/361060_m.jpg

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Adele Vincenti  

Questo autore ha pubblicato 50 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Un oasi di quiete vorrei divenire, pace e amor far trasparire

Come una bilancia in equilibrio perfetto……

Tra gli opposti muovermi retto e aggraziato

Come un usignolo e il suo cantar beato……

Compreso che con codeste qualità, posso plasmare al meglio questa realtà……

Emanando vibrazioni di benevolenza non potrai che attrarne di eguali

Se amore sei amore otterrai……

Chiaramente in queste parole ho finora ommesso la volontà

Senza di essa nulla avverrà……

Vorrei essere un faro…..

Una luce nell’oblio

Aiutare chi ne ha reale bisogno

A uscire da questo sogno di massa

Ove cechi sonnambuli marciano senza fare una mossa

Vivono a stento il sogno nel sogno perdendo altresì il reale……

Immedesimarsi nel materiale non può che far male…..

Tuttavia vi è il libero arbitrio da rispettare e certo non sta a me il poter giudicare…….

Il mio invito e desiderio è che ognuno si giudichi da sé…..

Migliori dove può la sua condizione e anche egli cominci a vedere……

Quando osservo lo spazio in una notte tersa e senza luna

Non potrei immaginare il veder nel buio una sola luce, una piccola stella…..

Ma nell’insieme di stelle che immani si mostrano davanti ai miei inesperti e languidi occhi

comprendo che l’unione fa la vera forza, nulla è staccato, è tutto un insieme…..

Ascolta fratello non farti pregare

Unisciti a me

Comincia a brillare.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: luposolitario  

Questo autore ha pubblicato 54 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.