Non mi dimentico di te

mentre per la via raccolgo le croci

con le rose che ti hanno coperto.

 

E fanno ancora male

come la cupa pace della notte

come questa mia poesia

che vive e muore nel tuo ricordo.

 

Potrei dimenticare il mare

o il sole che mi bacia al mattino

o il sorriso beffardo della luna.

 

Ma non dimentico le tue parole

o la presenza della tua voce

che chetava i miei tristi momenti

o le carezze prima di andare a dormire.

 

Quante volte ti ricordo

pur sapendo che tale rimani

e che è un’illusione la tua presenza.

 

Ma, mi rimarrà sempre addosso

il tuo caro e amato respiro

e ogni cosa mi ricorderà di te

mentre aspetto il tuo bussare

alla mia porta dei sogni.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: CALOGERO PETTINEO  

Questo autore ha pubblicato 329 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Antilirico
+3 # Antilirico 08-09-2017 23:09
Bellissima... Per chi non è più, ma che è sempre...
Caterina Morabito*
+3 # Caterina Morabito* 08-09-2017 23:29
versi che toccano le corde del cuore , grazie poeta
StrayCat
+3 # StrayCat 09-09-2017 11:29
Una dedica così profonda e piena d'amore puro
come solo i figli possono provare nei confronti delle madri
e viceversa.
Per quanto mi riguarda, mi hai commosso,
facendomi tornare alla mente
i momenti della mia infanzia passati con mia madre.
Grazie, per aver scritto così bene.
A presto.
cristina biga
+3 # cristina biga 09-09-2017 12:22
Ciao Calogero, è un grande piacere leggere le tue opere, con questa mi hai fatto piangere, perchè
vivo le tue stesse emozioni sia nei confronti di mia mamma e di mio marito scomparsi nel giro di un anno
entrambi .... io sento le loro carezze, il loro respiro e mi rasserena anche se il dolore è grande sempre ...
sei un poeta eccellente, fai vivere i tuoi scritti .... grazie !!!
Rita Stanzione*
+2 # Rita Stanzione* 09-09-2017 19:18
Bellissima dedica. Un caro saluto.
Ibla
+2 # Ibla 09-09-2017 23:22
Ci si ritrova sempre nelle poesie che parlano dell'amore per la mamma.
Chi l'ha persa non può non sentire la tua stessa acuta nostalgia.
Bravo!
Aita Carla
+1 # Aita Carla 11-09-2017 20:37
Stregata dalla prima strofa di una spettacolare corposità, ho continuato la lettura senza il tempo di respirare se non la dolcezza che da quei versi traspare. Insomma, non è facile catturare le mie emozioni ma tu ci sei riuscito benissimo.

Grazie


Carla

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.