Lo sfondo è lo stesso -se vuoi ti ricapitolo l’agosto del 1980-

Sotto i portici, dei vecchi naturalmente, briscola e imprecazioni

L’ordine pure dei tavoli: perché dovrei voler qualcosa oltre un caffè?

C’erano ampie soluzioni nei pugni alzati

Una sana vendetta s’inerpicava nell’asfalto

 

sotto lo sguardo lilla della malva

qualcuno calcolava la giocata finale

 

Ma il disordine ha avuto qualcosa da dire

S’è preso chi governa il quartiere e sequestrato un occhio

L’altro gira in una palla che va in buca

E fa chiudere il bar come si trattasse di San Giovanni

servito in un piatto d’argento.

 

Si godeva un bel fresco ai Colli Aniene

Seduti sotto i pioppi, come in Purgatorio

 

Vorrà dire qualcosa città eterna: vivono qui gli universali?

Non ho mai capito la politica di mettere in cattedra le ortiche

Ragazzi che meritano il primo piano!

 

Anche i corvi sono alle dipendenze

L’aumento di numero cambia la categoria in classe

E questi con la cravatta sono gli stessi che menavano le mani

-Dici che prima o poi si raggiunge la maturità di specie?-

 

Torna in te, caro lombrico, in questo viaggio verso il passato

Forse ti ritornerà la vita e scrollerà di dosso

L’esercito di formiche nere!

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: fintipa2  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

sasha
+1 # sasha 23-08-2018 14:19
... era meglio morire da piccoli, con i peli del k (metto k che se scrivo fondo schiena me lo censurano!!!) a batuffolo!!!
che adesso, morire da grandi, con i peli del k bruciati...
Le cose cambiano ma si va sempre peggio!!!
Aita Carla
+1 # Aita Carla 23-08-2018 23:09
Sono andata a cercare il nome del posto e l'hanno che indichi nei tuoi versi. La panoramica tua è ampia ma da lì parti, da quei condomini che hanno ammazzato il verde fino al pensiero sull'uomo che deve distruggere per costruire.
Quei corvi... che sono neri e nei primi decenni del 1900 pare ne volassero molti... e le formiche nere, anch'esse potrebbero rappresentare il fascismo o partiti tendenti a destra?
Questo m'incuriosisce assai. Tu incuriosisci sempre, Franco.

Ciao e grazie


Carla
cordaccia*
+2 # cordaccia* 24-08-2018 00:53
Lombrico rosso sotto la ruota nera,la stagione della paura ,del piombo,che ritorna.La repressione porta a questo e la nostra storia ce lo dovrebbe insegnare ma,si sa,siamo allievi cattivi,senza orecchie.Gran bella poesia sociale,sagace ed equilibrata.
Complimenti,un saluto
pierrot
+3 # pierrot 24-08-2018 20:18
ummm credo che il lombrico si finga morto stecchito senza saperlo

molto apprezzata
sasha
+1 # sasha 25-08-2018 10:06
Il tuo incipit è la strage di Bologna, e via dicendo apri un ventaglio dal gusto politico, che diversamente nn poteva essere...
Rossi contro neri, pugni alzati, Roma e il governo... e la [censored] che più la giri e più puzza!
Sempre bravo nei tuoi contesti storici... Ciao
sasha
+1 # sasha 08-09-2018 14:46
mi piacerebbe sapere se, commentandoti, mi avvicino ai tuoi pensieri! Qui e nelle altre. ciao!!!
fintipa2
+2 # fintipa2 08-09-2018 21:21
ciao Sasha, intervengo molto raramente sui miei post poichè credo che l'approccio migliore ad una poesia
o ciò che crediamo tale, si principalmente una libera interpretazione .
Certo, qui i riferimenti ci sono, alla strage dell'80 a Bologna come alle diverse forme di neri e rossi, a un quartiere romano dove sono stato recentemente, a come è cambiata l'atmosfera politica passando da un agosto all'altro però una poesia deve andare oltre,
vivere di sfondi, perlustrare zone inesplorate, seguire piste indicate dagli oggetti, da vermi da uccelli per diventare polifonica, astratta, surreale e realistica nello stesso tempo, tale cioè da poter essere guardata da ogni punto di vista cercando di destare interesse, curiosità.
l'unico punto di vista inaccettabile è quello del travisamento, quando cioè mi si muove un'accusa falsa, una intenzione assente.
succede anche questo purtroppo ma non è il tuo caso che invece è pura e sincera curiosità e anche diritto di sapere.
scusami e spero di essere stato esauriente.
ciao

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.