Dalla spaghetti chart
noterai che ho percorso quattro volte
lo stradone ciottolato
digerendo il panino del mec
a destra eucalipti oltre il cancello
in aperta campagna, sul nulla,
anche lì solo vespe in spira.
Un nodo mnemonico,
pop mentale legato da una pianta
di stramonio a una bandiera,
la staccionata fatta esplodere
al passaggio dei cavalli appaloosa,
per invidia,
si fa la semina di erbacce
anche nel paradiso terrestre.
Al ritorno verso casa
le mie tasche, le scarpe sulla sabbia
hanno un altro colore
le pagine della foglia
nelle mani fra le vene
raccontano sogni di vento,
distacco, morte, libertà, l'istinto
dei bambini riscoperto dove seppellimmo
il nostro cane.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: cordaccia*   Sostenitore del Club Poetico dal 23-12-2018

Questo autore ha pubblicato 58 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.