Sei tu che cerchi le note migliori,
ti riconosco dallo sguardo chino.
La tua fata, come vedi, è qui
pronta a svuotar questo vaso azzurro 
colmo di semi e fragranze di serenità
Ma non approfittarne troppo,
anch'io son su con gli anni!

I respiri migliori di un tempo
li troverai nel color dei tuoi occhi.
Devi solo specchiarti senza paura,
senza guardare le rughe di fronte,
senza curarti del grigior dei capelli
ma fissando l’anima oltre le pupille.

Le piccole cose che ora rimpiangi
valle a scovar nell'anta dei ricordi. 
Sfoglia con gusto i tuoi verdi versi, 
stampa nel cuore quel viso di madre,
rispondi al sorriso del bambino che fosti.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 170 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.