Maestose

vereconde

nude nel loro eden.

Scolpite

con l'accetta

dei cavatori del tempo.

Mani di artigli

ad arpionare

un cielo blu cobalto.

Baluardo

di sentinelle silenti

in garrite di roccia.

Riverberi di Narciso

in tappeti di acque

estatiche.

Culla del vento

che nella quiete

dei tanti colori

trova il riposo.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 47 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.