Quando gli occhi diventano caldi
e sottilmente erotici
avidi nel guardare
e l'immaginare è più potente
perfino del fare.
La mente osa mille volte più
della sensibile carne,
Potrei averti ora, subito,
con un gesto, una parola.
Così semplice.
E invece solo ti svesto a mente
e non ti tocco.
Ricordo l'ultima volta,
fingendo appunto sia stata l'ultima.
Poi arriva il profumo
a stuzzicare i sensi
come la punta di una frusta
che solletica la pelle.
Ma non ti sfioro
se non con dita d'aria
concepite ad arte
dalla mia fantasia.
Tu attendi al buio
la mia bocca.
Sulle tue labbra o altrove.
Non succederà nulla
eppure sta già succedendo tutto.
E dentro è così prepotente.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 265 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.