L'ultimo dio
da tempo non si vede,
dirò il pensiero mio:
probabilmente ha già cambiato sede.

Ora, che si approssima il Natale,
mentre la bolgia si confonde e fa la pazza,
si è costretto, standoci anche male,
a dimenticarla -triste- in un auto-repulisti di ramazza.

Che poi l'umanità, o la bestia umana
può vacillare, ma in toto mica l'hanno mai abbattuta:
non si resta senza Re più di una settimana,
in fin dei conti un dio è una cosa ch'è dovuta.

Forse è li, tra luci lampeggianti e carta colorata,
oppure, dentro scatole coi fiocchi che riempiono vetrine,
o nel fondo ai piatti grassi di ragù e di caponata...
E se sul ricamo in porcellana ci fosse scritto solo "FINE"?

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Davide Bergamin  

Questo autore ha pubblicato 97 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.