Qualche giorno in più
per non andare a scuola,
tanta voglia di far festa
negli abiti dell'anno prima.
Rientrare in quei vestiti?
Un rito magico!
Un miracolo
sul serio
poter averli
ancora addosso.

La tavola 
di una domenica abbondante,
un alberello
-pure lui-
a riciclare vesti
vecchie come il tempo.

Muschio,
umido
di odore e gioia,
ad appannare 
lo spessore esile dei vetri
che diventava
il solo spazio per gli auguri,
che i bambini

scrivevano 
a modo di lavagna.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Davide Bergamin  

Questo autore ha pubblicato 85 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.