Vederti andare via,
nei giorni vuoti ricordarti,
immaginarti oltre l'essere qui
e ricercare i tuoi ridenti occhi
è sincope ineffabile al cuore.

Un'abitudine oramai,
nel triste e silente avanzare di una festa,
ricordare soltanto il gusto dei baci,
e il calore delle tue forti braccia circondarmi d’affetto.

Intanto cambia la vita,
divengono tasche rotte il petto e l'anima oggi,
eco il dolce suono della tua voce
e un film in bianco e nero
la gioiosa, immensa e adrenalinica voglia di vita.

Intanto le albe e i tramonti passano,
vanno oltre, per poi tornare,
e il sole instancabile danza intorno al mondo,
nel susseguirsi dei giorni e delle stagioni,
mentre tu, mia linfa di vita,
tu mi manchi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Cosetta Taverniti  

Questo autore ha pubblicato 164 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.