Vorrei una vita perfetta
come nella casa delle bambole
nessuno sa quello che gli spetta
non esiste il sesso debole
tutti i pupazzi sono uguali
basta un gesto per muoverli
puoi fargli fare ciò che vuoi
non possono mica rispondere
a guardarli da fuori sembrano perfetti
nella plastica, scolpiti volti sorridenti
anche se vorrebbero
non possono digrignare i denti
non cadranno lacrime
dai loro occhi spenti
per questo sembra tutto perfetto
nessuna decisione
nessuna apprensione
in petto
per questo in quella casa
sembra non esserci divertimento
decido tutto io
mi basta fare un gesto

La perfezione non esiste
questo sto capendo
dentro la casa delle bambole
il mio corpo resiste
ma la mia mente sta crescendo
e mentre sogno un nuovo momento
arriva la tua mano
Che guida il mio movimento

La mia famiglia è numerosa
c'è mia moglie bloccata
messa in cucina
che mai riposa
ho due figli messi a giocare
anche il pavimento di una casa
è un giardino se lo sai immaginare
nella casa delle bambole
sembra vietato sognare
ma anche un cielo grigio
è stellato, se lo sai colorare

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Matteo Gentili  

Questo autore ha pubblicato 18 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.